PrimatoNazionale

Sul Fatto Quotidiano si parla di “sparare ai fascisti” (e alla Meloni) come se nulla fosse

Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 9 lug – La doppia morale del politicamente corretto. Sotto un post della Boldrini appare una battutaccia volgare di un signor nessuno? Attentato alla democrazia, solidarietà, discorsi d’odio, spirale di violenza inquietante etc. Un giornalista sul Fatto Quotidiano ritiene necessario l’utilizzo della violenza, con allusione alle armi da fuoco, contro Giorgia Meloni e i “fascisti” di Fratelli d’Italia? Tutto a posto. Il direttore Marco Travaglio ha qualcosa da dire? No? Tutto tace. E intanto passa ancora una volta il messaggio che, se ad essere colpiti sono i “fascio-sovranisti”, la violenza e l’odio non sono un tabù, anzi. 

Robecchi, i fasci e lo “schioppo”

Così ha scritto quel popò di intellettuale di Alessandro Robecchi sul Fatto in merito alla “sora Meloni” (l’arbiter elegantiae la chiama così) e Fratelli d’Italia: “Tre indizi fanno una prova, dieci indizi fanno una certezza e dopo cento indizi dovrebbero intervenire i partigiani del Cln con lo schioppo (…) Fa bene Gad Lerner (su questo giornale) a chiedere alla sora Meloni di dissociarsi una volta per tutte dalla retorica fascista dei suoi eletti e dei suoi militanti, ma dubito che succederà: quella retorica, un po’ grottesca e molto ignorante, risibile e feroce, è l’acqua in cui nuota Fratelli d’Italia, gli slogan fascisti e i vestiti da gerarchi sono il plancton di cui si nutre, e non si è mai visto un pesce svuotarsi l’acquario da solo. Bisognerebbe aiutarlo come l’altra volta, settantantacinque anni fa”. 

Giorgia Meloni è furiosa

Certo tra le agognate schioppettate e le metafore tagliate con l’accetta sui pesci a cui andrebbe svuotato l’acquario, il messaggio d’odio del Robecchi è piuttosto esplicito. Prevedibile dunque la legittima incazzatura di Giorgia Meloni, che sui social ha utilizzato parole di fuoco: “Invocano l’intervento armato contro di noi – dice la leader di FdI in un video su Facebook – se succede qualcosa a un iscritto di Fratelli d’Italia chi si prenderà la responsabilità? Marco Travaglio lo considera normale? Considera normale che si scriva su un quotidiano che bisogna sparare addosso agli esponenti di FdI? C’è un limite che non si può superare e voi l’avete superato. È o non è questa istigazione all’odio e alla violenza? Vediamo se per questo articolo ripugnante ci saranno parole di condanna chiare!”
Davide Romano

Vai sul sito de IlPrimatoNazionale

Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button