PrimatoNazionale

Navi quarantena per gli immigrati: ci costeranno oltre 4 milioni di euro. Ecco il bando

Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 15 lug – Porti aperti e immigrati che sbarcano di continuo sulle coste italiane. Un flusso apparentemente inarrestabile, perché con tutta evidenza il governo giallofucsia è in tutt’altre faccende affaccendato e non si è preoccupato fino ad ora di un problema che adesso si fa sempre più allarmante con l’arrivo di decine di extracomunitari positivi al coronavirus. Soluzione escogitata? Approntare navi quarantena da adibire ufficialmente a strutture provvisorie per l’assistenza e la sorveglianza sanitaria dei clandestini soccorsi in mare o già arrivati sul territorio nazionale. In sostanza un affitto di imbarcazioni per accogliere gli immigrati con tanto di apposito bando.

Oltre 4 milioni di euro 

E quanto costerà allo Stato questa soluzione last minute? E’ presto detto, come riportato sul sito della Protezione Civile “il costo per lo svolgimento del servizio è costituito da un corrispettivo a corpo, pari a € 3.030.000,00, oltre I.V.A., ed uno a misura, pari a € 1.007.475,00, oltre I.V.A, secondo quanto indicato nell’Allegato tecnico, per un importo stimato complessivo pari ad € 4.037.475,00 oltre I.V.A., e trova copertura sulle risorse all’uopo stanziate dal Dipartimento della protezione civile”. E “in deroga all’articolo 106 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, qualora in corso di esecuzione le circostanze emergenziali lo richiedano, si provvederà all’aumento o alla diminuzione delle prestazioni anche oltre il quinto dell’importo del contratto”. Più di 4 milioni di euro dunque, Iva esclusa.

Procedura agevolata

Una pensata tra l’altro a tempo record poiché, sempre come evidenziato nel bando di gara in questione, “gli operatori economici interessati ad essere INVITATI a produrre un’offerta devono presentare, entro le ore 24.00 del giorno 16 luglio 2020 [3 giorni dalla pubblicazione], apposita manifestazione di interesse…”. Insomma procedura agevolata vista l’emergenza e domande da presentare subito, per un contratto che scadrà il prossimo 31 ottobre, salvo proroghe o a meno che cessi anticipatamente la situazione emergenziale.

Circa 4.800 euro al mese per ogni ospite

Ma l’enorme cifra impiegata servirà almeno ad accogliere tutti gli immigrati sbarcati e in procinto di sbarcare? Neanche per sogno, stando all’allegato tecnico del bando pubblicato dalla Protezione civile, “il corrispettivo a misura dovrà essere parametrato tenendo conto della permanenza a bordo di 285 persone, di cui 250 migranti, per un periodo di 101 giorni”. In pratica, calcolatrice alla mano: più o meno 40mila euro al giorno, pari a circa 160 euro per ogni clandestino, ergo 4.800 euro di spesa al mese per ogni ospite della nave. E con tutta evidenza viste le centinaia di arrivi quotidiani non basteranno. Mirabolante, considerando oltretutto gli italiani che da marzo aspettano ancora di ricevere la cassa integrazione.

Eugenio Palazzini

Vai sul sito de IlPrimatoNazionale

Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button