PrimatoNazionale

Coronavirus, organizza partita di calcetto “sani contro infetti”: denunciato un 23enne

Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 20 lug – Il lockdown ci renderà migliori, dicevano taluni. A ben vedere ha in realtà generato una serie di follie e paradossi, a volte un tantino pericolosi. E’ il caso della partita di calcio a 5 organizzata Pamplona da un ragazzo di 23 anni, che ha pensando di chiamare il match Patxanga Mendillorri. In pratica un incontro tra positivi e negativi al coronavirus. Immaginiamoci allora il possibile dialogo. “Stasera si gioca a calcetto ragazzi, siete in forma?”. Attimo di pausa imbarazzata: “Ehm no, io non posso sono in quarantena causa coronavirus”. E che problema ci sarà mai, avrà pensato l’organizzatore: “Ottimo, facciamo una bella partitella sani contro infetti”.

Individuato e denunciato

Un’idea piuttosto assurda, per quanto il 23enne intendesse raccogliere fondi da destinare proprio a chi è stato colpito dal Covid. Peccato che nel frattempo avrebbe rischiato di infettarsi a sua volta e far aumentare i contagi. Ammesso ovviamente che davvero qualche positivo avesse sul serio intenzione di violare la quarantena per una partitella tra amici. In ogni caso è bastato l’intervento della polizia spagnola a evitare il peggio. Gli agenti hanno individuato l’organizzatore della sfida a calcetto su Instagram, impedendo lo svolgimento dell’incontro. Il 23enne, noto alle forze dell’ordine per aver organizzato precedentemente un raduno a cui hanno partecipato centinaia di persone, è stato denunciato e sanzionato con una multa di ben 3mila euro.

Alessandro Della Guglia

Vai sul sito de IlPrimatoNazionale

Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button