PrimatoNazionale

Coronavirus, netto calo dei contagi in Italia: oggi 170 nuovi positivi

Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 27 lug – Netto calo dei contagi in Italia. Stando a quanto comunicato dal ministero della Salute, i nuovi positivi rilevati nelle ultime 24 ore sono infatti 170, a fronte dei 255 di ieri. Secondo giorno di calo dunque, per quanto siano stati effettuati circa la metà dei tamponi di ieri. Oggi 25.551, ieri oltre 50mila. Sta di fatto che anche in Lombardia, la regione italiana maggiormente colpita dal virus, nelle ultime 24 ore si contano pochi casi: 34, ieri erano stati 74. “Quarto giorno consecutivo senza decessi e 6 province (Cremona, Lodi, Mantova, Pavia, Sondrio e Varese) a zero contagi. Continua il trend dei dati incoraggianti in merito all’emergenza Covid”, ha dichiarato l’assessore lombardo al Welfare, Giulio Gallera. Ma la diminuzione si riscontra in quasi tutte le regioni: in Emilia Romagna oggi 33 nuovi positivi, ieri 61. In Piemonte oggi 4, ieri 12. Soltanto la Liguria è passata dai 3 di ieri ai 24 odierni. Sono cinque le regioni che non hanno rilevato nuovi positivi: Umbria, Sardegna, Friuli Venezia Giulia, Calabria e Valle d’Aosta.

In aumento i guariti: oggi 147, ieri erano stati 126. Dopo aver contratto il coronavirus, in Italia sono guarite 198.593 persone. Lieve incremento dei malati, ovvero gli attualmente positivi: oggi 16 in più, ieri erano stati 123 in più. Complessivamente in Italia vi sono 12.581 malati. Aumentano di poco anche i pazienti ricoverati con sintomi: oggi 5 in più, per un totale di 740. In terapia intensiva ci sono 45 pazienti in tutto, uno in più rispetto a ieri. Mentre in isolamento domiciliare si trovano 11.796 persone. In generale insomma la situazione resta stabile, con molti dei nuovi casi ascrivibili a stranieri che hanno fatto rientro in Italia dai Paesi di origine. Non c’è comunque alcuna impennata dei contagi.

Tra l’altro neppure la Liguria, unica regione italiana che oggi ha registrato più casi di ieri, sembra destare particolare preoccupazione. Come specificato difatti dal governatore Giovanni Toti, che ha anticipato i dati del bollettino odierno, l’incremento si spiega con “un riequilibrio dovuto all’iscrizione di 18 tamponi positivi spalmati negli ultimi dieci giorni di luglio che erano in corso di elaborazione e che si aggiungono ai tamponi di giornata. Si tratta di un riequilibrio statistico o di compensazione”. E “il cluster savonese – ha detto Toti – dimostra che la nostra sanità ha gli anticorpi per gestire il Covid, ha imparato molto dalla storia recente, la nostra capacità di tracciamento è assolutamente efficace”.

Alessandro Della Guglia

Vai sul sito de IlPrimatoNazionale

Tags

Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close