PrimatoNazionale

“Contro la Meloni atti di bullismo indegno e vigliacco”. Rita Dalla Chiesa è una furia

Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 31 lug – Ha fatto molto rumore l’intervento alla Camera di Giorgia Meloni, che mercoledì scorso ha tuonato contro Conte e il governo giallofucsia a causa del prolungamento dello stato d’emergenza: «Siete dei pazzi irresponsabili. Non vi daremo tregua», aveva detto con la sua consueta foga la leader di Fratelli d’Italia. Come già accaduto in passato, gli avversari politici si sono scatenati sulla rete prendendo in giro la Meloni, in alcuni casi con attacchi particolarmente indecenti. Anche il paludato Corriere della Sera, ad esempio, non ha esitato a parlare di meme e video «esilaranti». La vede molto diversamente, però, Rita Dalla Chiesa, che ha difeso a spada tratta la leader di Fratelli d’Italia.

Rita Dalla Chiesa difende la Meloni

La nota conduttrice se l’è presa innanzitutto con le femministe, accusate di accordare la loro solidarietà solo a corrente (politica) alternata: «Dove sono finite le gentili signore del #ChallengeAccepted? Ovvero donne in difesa delle donne? Donne che supportano le donne? Tutta una balla che dura da una vita. Dove sono finite ora che c’è Giorgia Meloni da difendere dal web e dai suoi bulli da tastiera? Ma vergognatevi!», ha scritto Rita Dalla Chiesa su Twitter senza girarci troppo intorno.

«Agguati del bullismo più vigliacco»

A risultare particolarmente sgraditi alla conduttrice sono stati gli attacchi all’aspetto fisico della Meloni, ciò che in gergo si definisce body shaming. Una pratica che, ovviamente, è censurata dalle femministe solo quando fa loro comodo. E a chi scrive che «le donne si vergognano della Meloni», Rita Dalla Chiesa ha risposto per le rime: «Sapesse di quante donne mi vergogno io! Ma proprio di quante… E, comunque, quelli che le vengono fatti sono veri e propri agguati del bullismo più vigliacco sull’aspetto fisico. Lo trovo ignobile. Un avversario politico non lo sfidi su questo terreno».

Vittoria Fiore

Vai sul sito de IlPrimatoNazionale

Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close