PrimatoNazionale

Bassetti: “Stop allarmismi, non c’è un’emergenza sanitaria ospedaliera”

Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 21 ago – “Stiamo esagerando con gli allarmismi, bisogna guardare i numeri con senso medico prima che critico”. Così Matteo Bassetti, direttore della clinica malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova, a Omnibus su La7 prova di nuovo a spegnere gli strilloni che accrescono un panico ingiustificato. Come spieghiamo oggi in un apposito articolo, è infatti fondamentale osservarli bene i numeri. Perché il dato secco sui nuovi positivi non spiega nulla e in Italia non c’è alcuna emergenza sanitaria ospedaliera.

Situazione rovesciata

“Abbiamo circa 16.000 contagiati attivi in questo momento, circa 800 persone con sintomi e 60 in terapia intensiva. Mi pare evidente – dice infatti Bassetti – che rispetto a marzo e aprile, quando i numeri erano all’opposto e la grande maggioranza dei contagiati erano sintomatici e in ospedale, la situazione si sia rovesciata. Siamo di fronte a un grandissimo numero di soggetti asintomatici che devono essere tenuti sotto osservazione e in quarantena, ma non rappresentano un’emergenza sanitaria a livello ospedaliero“. E’ fondamentale sottolineare, come fatto da Bassetti e come peraltro quotidianamente facciamo su questo giornale, che la maggioranza dei nuovi positivi sono asintomatici o al più paucisintomatici.

“Convivere col virus”

L’infettivologo precisa poi che convivere con il virus è praticamente inevitabile. D’altronde è ardua pensare che scompaia d’un tratto e di certo un nuovo lockdown sarebbe drammatico, non solo dal un punto di vista economico. “Il presidente francese Macron ha detto una cosa saggia: il rischio zero non esiste, bisogna imparare a convivere con il virus. Convivere significa tornare ad una vita normale in sicurezza. Mi piacerebbe che questi messaggi – dice ancora Bassetti – arrivassero anche dal nostro paese, sono quelli che la comunità scientifica sta cercando di condividere. Non possiamo permetterci un altro lockdown, non credo nemmeno servirebbe”.

Alessandro Della Guglia

 

Vai sul sito de IlPrimatoNazionale

Tags

Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close