PrimatoNazionale

Trump sfida Sleepy Joe: “Biden è in strana forma, facciamo un test antidroga”

Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 27 ago – “Facciamo un test antidroga”. Donald Trump ha deciso di sfidare così Joe Biden prima del primo duello televisivo in programma il 29 settembre. Il presidente Usa sostiene di non avere prove, ma che è affatto escluso che il suo rivale democratico alle presidenziali stia assumendo sostanze stupefacenti. Perché nei ultimi interventi pubblici, il rivale che ama chiamare “Sleepy Joe”, a suo avviso è apparso troppo sveglio. In quelli precedenti invece “con diverse persone non era lucido, era quasi incompetente, se non incompetente”, mentre “contro Bernie era normale”. Quindi a Trump qualcosa non quadra. “Tutto quello che posso dire è che me ne intendo abbastanza di queste cose”, ha dichiarato il tycoon. Per questo propone che entrambi i candidati, lui e Biden, si sottopongano al test. Poi, riguardo ai tre dibattiti televisivi che lo attendono con Biden, il presidente Usa ha dichiarato: “Sono un incontro di boxe, non è differente dai gladiatori, tranne che dobbiamo usare il nostro cervello e la nostra bocca, e il nostro corpo per stare in piedi, anche se loro vogliono che stiamo seduti”.

Nel 2016 lo propose alla Clinton

Non è però la prima volta che Trump propone un test anti-droga a un avversario politico. Lo fece anche alle elezioni presidenziali del 2016, chiedendolo a Hillary Clinton.
“Dovremmo fare un test anti-droga perché non mi spiego cosa le stia succedendo. All’inizio dell’ultimo dibattito – disse Trump – era tutta arzilla e alla fine era completamente spompata. A malapena ha raggiunto la sua auto. Penso che dovremmo fare un test anti-droga. Io sono disponibile”. D’altronde, affermò Trump, “agli atleti viene fatto un test antidroga”, quindi “credo che anche noi dobbiamo farlo prima del dibattito
Poi, nel corso di un intervento a Portsmouth, in New Hampshire, incalzò la Clinton: “Credo che lei si sia pompata, volete sapere la verità? Lei si sta pompando”. Anche allora più o meno tutti davano The Donald perdente e invece vinse. Forse adesso ha pensato di giocarsi la stessa carta scaramantica, visto mai…

Eugenio Palazzini

Vai sul sito de IlPrimatoNazionale

Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close