PrimatoNazionale

Lega, slogan come Ringo. Bufera social per la foto di Salvini: “Boicottare Barilla”

Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 31 ago – “Uniti si vince”. Sulla pagina Twitter della Lega è stata pubblicata la celebre immagine dei due ragazzi, uno bianco e uno nero, che nella storica pubblicità dei biscotti Ringo battono il cinque. Foto però che sulla pagina in questione è stata associata a un’altra di Matteo Salvini che stringe la mano a un ragazzo di colore e in cui entrambi indossano la mascherina. Particolare quest’ultimo piuttosto irrilevante di per sé, non fosse che se i due fossero ritratti senza il dispositivo protettivo ci saremmo aspettati la solita reprimenda dei bacchettoni a senso unico. Quelli che ad esempio si scagliano contro gli sciagurati sovranisti che durante una qualsivoglia manifestazione non indossano la mascherina e viceversa fischiettano se gli ipotetici untori della situazione sono di sinistra.

“La Barilla lo sa?”

Orfani di questa potenziale polemica da innescare – ammesso che nel frattempo qualcuno non faccia notare il mancato distanziamento e il preferibile saluto con il gomito – alcuni utenti hanno scatenato un dibattito social chiedendo se Barilla, proprietario del marchio Pavesi che produce i biscotti Ringo, sia al corrente dell’utilizzo che Salvini ha fatto della nota immagine pubblicitaria di tale prodotto e in breve tempo la polemica è diventata trending topic. A tal punto che qualcuno ha evocato pure le vie legali. “All’azienda #Pavesi di Novara e alla #Barilla (di cui fa parte).#Salvini nella sua campagna elettorale ha usato una vostra foto col marchio “Ringo” in evidenza accostandola a una sua immagine. Ne siete consapevoli? Approvate questa operazione? O intenterete causa“, ha scritto ad esempio un utente. E tanto per non farsi mancare nulla, c’è pure chi ha ventilato un boicottaggio contro la Barilla.

Razzista a prescindere

Ora, posto che l’uso del marchio senza autorizzazione (cosa che verosimilmente Barilla non ha dato per un post di un partito politico), è senz’altro discutibile, illegittimo e via discorrendo, davvero la bufera è stata scatenata soltanto per questo? A ben vedere no, perché come prevedibile c’è chi ha colto l’occasione per dare del razzista a Salvini. Ma come, penserete, stringe la mano a un nero scrivendo “uniti si vince” e si becca anche stavolta questa accusa? Già, per qualche indefesso utente di sinistra Salvini è razzista a prescindere. “Dove c’é @Barilla c’é casa. Ma qual è la vostra di idea di casa e di famiglia? Io mi aspetto un vostro tweet in cui dite di dissociarvi dall’uso di un vostro prodotto per fini elettorali soprattutto perché proveniente da un partito di razzisti”, ha twittato un utente.

Alessandro Della Guglia

 

Vai sul sito de IlPrimatoNazionale

Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close