PrimatoNazionale

Agrigento, immigrato fugge dal centro di accoglienza: investito e ucciso da auto pirata

Il Primato Nazionale mensile in edicola

Agrigento, 4 set – Tragedia legata al mondo dell’accoglienza ad Agrigento. Un immigrato fuggito dal centro Villa Sikania di Siculiana (Agrigento) è stato travolto da un’auto ed è morto lungo la strada statale 115. Si tratta di un giovane cittadino eritreo di vent’anni, arrivato nella struttura il primo di agosto. Nell’incidente sono rimasti coinvolti anche i tre agenti che lo stavano inseguendo per bloccarlo e riportarlo al centro, anch’essi travolti dalla stessa vettura. I poliziotti sono stati trasportati all’ospedale San Giovanni di Dio. L’automobilista alla guida del mezzo è stato invece arrestato con l’accusa di omicidio stradale e fuga. 

Le condizioni dei feriti non sono tali da destare preoccupazione: due agenti hanno riportato traumi e contusioni varie, guaribili in pochi giorni. E’ andata peggio al terzo, che ha subìto una brutta frattura e dovrà essere sottoposto a un delicato intervento chirurgico.
La vittima era fuggita dal centro nel cuore della notte. Stava percorrendo la statale 115, all’ingresso di Siculiana. Faceva parte di un gruppo di immigrati che stavano protestando dal pomeriggio, arrivando ad arrampicarsi sul tetto della struttura. Il gruppo è riuscito a fuggire, disperdendosi per strada, inseguito dai poliziotti che in quel momento erano di sorveglianza a Villa Sikania.
Il tentativo di fuga degli extracomunitari è stato però interrotto dall’arrivo improvviso della Volkswagen Touareg che, percorrendo la statale a gran velocità, ha travolto loro e gli agenti che li stavano inseguendo. Per l’eritreo la morte è sopraggiunta quasi all’istante: non c’è stato nulla da fare, mentre i tre poliziotti, come detto sono rimasti feriti. Sul posto, per l’intera notte, la polizia (presente anche il questore di Agrigento) e i carabinieri hanno lavorato incessantemente occupandosi dei rilievi per ricostruire la dinamica dell’incidente. All’alba, dopo una breve ricerca, sono scattate le manette per l’automobilista di 34 anni che non si è fermato immediatamente dopo l’impatto.

Cristina Gauri

Vai sul sito de IlPrimatoNazionale

Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close