PrimatoNazionale

Coronavirus, lieve aumento dei casi. Ma quasi raddoppiati i tamponi

Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 8 set – Dal quotidiano bollettino del ministro della Salute sul coronavirus emerge una sostanzialmente stabilità della curva dei contagi in Italia. I nuovi positivi rilevati nelle ultime 24 ore sono infatti 1.370, ieri erano stati 1.108. Un lieve aumento dunque, ma a fronte di un forte incremento dei tamponi effettuati. Oggi ne sono stati effettuati 92.403, circa 40mila più di ieri. Considerato al solito il legame tra tamponi fatti e casi individuati, è chiaro dunque che l’aumento dei positivi sia quasi scontato e comunque non allarmante.

Il punto sui tamponi effettuati

A titolo esemplificativo: la regione italiana sinora maggiormente colpita dal coronavirus, la Lombardia, anche oggi ha effettuato molti più tamponi rispetto alle altre regioni: 20.781 per l’esattezza. In nessun’altra regione, fatta eccezione per l’Emilia-Romagna che ne ha fatti circa 12mila, si arriva a 10mila tamponi. Quanto sia importante questo dato lo si evince da un semplice confronto: il Lazio ha effettuato 9.363 tamponi, rilevando 129 nuovi positivi. Mentre la Lombardia, con gli oltre 20mila tamponi di cui sopra, ha rilevato 271 nuovi positivi. Dunque più test si effettuano, più casi saltano fuori. Notiamo poi, come nelle ultime settimane, che anche oggi la gran parte dei nuovi contagiati risultano asintomatici o paucisintomatici.

Gli altri dati

In terapia intensiva si trovano 143 pazienti, uno in più rispetto a ieri. I ricoverati con sintomi sono 1.760 (+41 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 31.886 (+754 rispetto a ieri). I guariti nelle ultime 24 ore sono 563, più del doppio di ieri, quando erano stati 223. In totale, dopo aver contratto il coronavirus, in Italia sono guarite 210.801 persone. In calo i decessi: oggi 10, ieri 12. In totale dall’inizio dell’epidemia in Italia sono morte 35.563 persone.

Coronavirus, Italia

Alessandro Della Guglia

 

Vai sul sito de IlPrimatoNazionale

Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button