PrimatoNazionale

Usa 2020, Biden suona “Despacito” davanti agli ispanici. Ma loro lo bocciano: “Imbarazzante e razzista”

Il Primato Nazionale mensile in edicola

Washington, 17 set – «Donald Trump ha deluso la comunità ispanica più e più volte e questo non è un segreto per nessuno», ha dichiarato il candidato democratico alle presidenziali Usa 2020 Joe Biden durante un comizio presso l’Osceola Heritage Park a Kissimmee, Florida. Rivolgendosi alla comunità ispanica dello Stato, l’ex vice di Obama ha poi insistito: «Non ha fatto altro che attaccare la dignità delle famiglie ispaniche più e più volte. È sbagliato. noi non siamo così». Sarà forse per questo, per dimostrare di non voler «attaccare la dignità degli ispanici», che Biden ha estratto dalla tasca il proprio iPhone dicendo «Ho solo una cosa da dire, aspettate un attimo», e tenendo il telefono vicino al microfono, ha iniziato a suonare la hit trash del 2017 Despacito, dondolando la testa al ritmo della musica e ballando impercettibilmente dietro il podio. 

Proprio così. In pieno delirio Black lives matter, il candidato presidenziale democratico – che più di tutti avrebbe dovuto sviluppare una sensibilità che non gli permetta di offendere le minoranze in momenti delicati come questo – proprio nel giorno del suo appello più diretto agli elettori ispanici estrae dal cilindro uno dei peggiori aborti del trash musicale a livello mondiale, con il quale nessun latino americano vorrebbe sicuramente identificarsi.  

Ricordando agli elettori latinos il potere del voto, l’ex vice presidente ha chiesto direttamente il loro sostegno mentre criticava la leadership del presidente Donald Trump. Prima che Biden parlasse, tre celebrità latinoamericane – Eva Longoria, Ricky Martin e Luis Fonsi – hanno parlato dell’importanza di votare per Biden a novembre.

Ma il siparietto, architettato da qualche genio di spin doctor per attirare i telespettatori ispanici, è stato ritenuto umiliante dai diretti interessanti e investito da una bufera di polemiche.  Alcuni commentatori online lo hanno definito «il momento della salsa piccante di Joe Biden» paragonandolo all’imbarazzante episodio dell’ex candidata democratica Hillary Clinton che, sempre nel tentativo di fare la «simpa» con gli ispanici, durante un’intervista radiofonica aveva dichiarato di portare sempre salsa piccante con sé. 

Il viaggio – con relativa figuraccia – di Biden in Florida arriva mentre i sondaggi mostrano l’inasprimento della corsa in uno Stato in cui Trump nel 2016 aveva vinto di poco più di 1 punto percentuale. Alcuni democratici hanno espresso preoccupazione per l’affiatamento del presidente con gli ispanici, un gruppo demografico che Hillary Clinton aveva conquistato in modo schiacciante nelle ultime elezioni. Dopo che il video del balletto di Biden su Despacito è circolato ampiamente sui social media, il presidente degli Stati Uniti ha preso subito la palla al balzo ritwittandi un video modificato della stessa scena, in cui la hit ispanica era stata sostituita dall’inno anti-polizia Fuck the police.

Cristina Gauri

Vai sul sito de IlPrimatoNazionale

Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button