PrimatoNazionale

Rompe femore ad anziana, sradica tombini e pesta i passanti: rumeno arrestato a Firenze

Il Primato Nazionale mensile in edicola

Firenze, 30 set – Ha vandalizzato alcune auto in sosta aggredendo diversi passanti che per caso si erano ritrovati nel suo folle raggio d’azione, compresa un’anziana, che ora si trova ricoverata all’ospedale con un femore rotto. Attimi di terrore in via Baracca a Firenze nel pomeriggio di martedì 29 settembre, dove un rumeno di 32 anni senza fissa dimora è stato arrestato dai carabinieri dopo aver scatenato l’inferno. «C’è un uomo che aggredisce le persone in strada e danneggia le auto», con messaggi di questo tenore i residenti della zona hanno allertato telefonicamente le forze dell’ordine chiedendone l’intervento tempestivo. Tre auto del Nucleo Radiomobile hanno risposto alle chiamate recandosi in via Baracca. Lì i militari hanno sorpreso l’uomo, in evidente stato di alterazione, con l’immancabile bottiglia di birra.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri dopo aver raccolto le testimonianze delle parti offese, lo straniero aveva iniziato ad aggredire i passanti all’altezza di via Allori. Lì aveva colpito un uomo con una forte botta alla nuca, per poi attraversare la strada e prendere a pugni un ragazzo, colpendolo alla clavicola. Poi, fatto più grave ed increscioso, è stato il turno di un’anziana 83enne che è caduta a terra riportando la frattura del collo del femore: i mezzi di soccorso l’hanno trasportata al pronto soccorsodell’ospedale Careggi dove è stata ricoverata e giudicata guaribile in 30 giorni. Non pago, l’uomo nel frattempo aveva seguitato a infierire contro chiunque gli capitasse sotto tiro, finendo per sradicare il coperchio di un tombino dall’asfalto e lanciarlo contro il finestrino di un’automobile in sosta, mandandolo in mille pezzi. Per il 32enne sono scattate le manette per i reati di lesioni personali e danneggiamento aggravato. Per lui si sono aperte le porte della casa circondariale di Sollicciano. L’aggressore ha riportato una frattura alla mano destra, causata dai numerosi colpi inferti alle carrozzerie delle auto in sosta.

Cristina Gauri

Vai sul sito de IlPrimatoNazionale

Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button