PrimatoNazionale

Vende cocaina a una ragazzina di 16 anni e la stupra: in manette nigeriano

Il Primato Nazionale mensile in edicola

Ferrara, 1 ott – L’ennesima storia dell’orrore collegata al mondo dell’immigrazione e allo spaccio di droga ci arriva da Ferrara, dove i carabinieri del Nucleo Operativo hanno tratto in arresto lo spacciatore ‘Bobby’, al secolo Elvis Omonghomion, un nigeriano di venticinque anni, pregiudicato, richiedente asilo in possesso di permesso di soggiorno molto conosciuto nel locale giro della droga. L’accusa è di stupro di una minorenne a cui aveva venduto della cocaina e che lui aveva con la violenza costretto a un rapporto sessuale.

I particolari sono raccapriccianti, anche se purtroppo non nuovi in queste storie di cronaca: Elvis, nella serata del 29 Luglio scorso, nella zona di Via del Lavoro a Ferrara, avrebbe trattenuto con violenza la ragazzina, privandola del telefono cellulare e impedendole così di poter chiamare aiuto, e minacciandola con un coltello. Una volta immobilizzata e ridotta, col terrore, al silenzio, l’aveva strattonata con forza gettandola nella boscaglia che cinge la strada, e una volta qui aveva abusato sessualmente di lei.

Alle ore 23 circa, una pattuglia dei carabinieri in servizio di pattuglia lungo la strada, si rendeva conto della ragazzina che disperata e in lacrime cercava di attirare la attenzione dei militari. La vittima, in evidente stato di shock, raccontava quanto le era capitato e cioè che l’uomo l’aveva stuprata nella boscaglia. Naturalmente lo spacciatore nigeriano aveva già fatto perdere le proprie tracce, allontanandosi in fretta dal luogo del crimine. Mentre la pattuglia si metteva quindi alla ricerca del violentatore, altri militari prestavano soccorso alla ragazzina e la portavano poi in Ospedale Sant’Anna di Ferrara dove, nel reparto di Ginecologia, riceveva le prime cure.

Alla luce dei dettagli emersi dalle indagini, dei riscontri e della identificazione a mezzo fotografico, i Carabinieri, coordinati dalla Procura della Repubblica di Ferrara, sono quindi riusciti a identificare lo spacciatore, persona nota nel giro della droga e che risultava aver in precedenza già ceduto della droga alla ragazza. «Bobby» era stato già tratto in arresto l’anno scorso, per reati attinenti lo spaccio di droga. Il che ha permesso agli inquirenti di sottoporlo nuovamente all’arresto, ma questa volta con capi di accusa molto più gravi.

Cristina Gauri

Vai sul sito de IlPrimatoNazionale

Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button