PrimatoNazionale

Milano, dopo rivolta immigrati chiusa per Covid caserma GdF. Ma nessuno dice niente

Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 15 ott – “Chiusa causa Covid una caserma della Guardia di Finanza, ma nessuno ne parla”. E’ la denuncia di Gianluigi Nuzzi, saggista e conduttore della trasmissione Quarto Grado, che con un video pubblicato su Instagram ha parlato di un fatto tanto grave quanto, appunto, ignorato praticamente da tutti. “Certe notizie non filtrano. A Milano la caserma di via Ramusio della Guardia di Finanza è chiusa, sigillata a causa Covid”, dice Nuzzi. “Sapete cos’è successo? Qualche giorno fa c’è stata una rivolta di extracomunitari al centro di rimpatri di via Corelli, sono intervenuti i poliziotti in antisommossa e i finanzieri. Ecco qua che qualcuno si è preso il Covid, così sono tutti in quarantena e abbiamo perso una caserma. Ma nessuno dice niente”, tuona il giornalista.

La rivolta degli immigrati

Della rivolta in questione vi abbiamo parlato due giorni fa su questo giornale. Una trentina di immigrati di origine tunisina ha scatenato l’inferno in due diversi settori del Centro permanente per i rimpatri (Cpr) di via Corelli, dopo aver «fiutato» aria di espulsioni: vetri rotti, attrezzature e arredamenti sfasciati, estintori svuotati. Valter Mazzetti, segretario generale Fsp Polizia di Stato, ha riferito che “il centro è stato devastato e la protesta degli ospiti sul tetto ha destato forti preoccupazioni” perché “poteva finire in tragedia”. Mazzetti ha chiesto alle autorità e al ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, “provvedimenti minimi per far fronte a questo caos”.

Adesso scopriamo che un provvedimento in effetti c’è stato: è stata chiusa una caserma della GdF. Sulla vicenda, commentando il video pubblicato da Nuzzi, è intervenuto su Twitter il leader leghista Matteo Salvini: “Un’intera caserma della Guardia di Finanza chiusa a Milano causa Covid, avevano sedato una rivolta di immigrati clandestini (per la serie: “I migranti? Non sono loro a portare il Covid, i numeri non sono preoccupanti”, cit. Lamorgese, ministro dell’Interno)”.

Vai sul sito de IlPrimatoNazionale

Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button