PrimatoNazionale

Candidati sindaci, i primi nomi (mosci) del centrodestra. A Milano spunta Franco Baresi

Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 21 ott – Nel centrodestra è totonomi per i candidati sindaci nelle grandi città, a partire da Roma, Milano e Napoli. Tra i venti papabili al vaglio di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia per le città che andranno al voto in primavera spuntano nomi più o meno di spicco, fermo restando il sospetto più che consolidato che taluni candidati siano svelati per “bruciarli”. In ogni caso, a leggere i nomi che girano sui media, almeno su Roma – Guido Bertolaso, Giorgio Toschi – il centrodestra non sembrerebbe intenzionato a vincere. A Milano invece Berlusconi vorrebbe candidare Franco Baresi, il grande campione rossonero. O forse è solo un’uscita alla ex Cav, una burla.

Salvini e Meloni stoppano Bertolaso per il Campidoglio

Al summit di ieri tra Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Antonio Tajani (con Berlusconi in collegamento Zoom) i leader di Lega e FdI avrebbero stoppato la candidatura-bis su Roma dell’ex capo della Protezione civile Bertolaso avanzata da Fi. E’ “bollito”, sostanzialmente. L’altro nome di peso per la Capitale è quello dell’ex comandante generale della Gdf Toschi (molto meno popolare). Su Milano invece è uscito anche il nome dell’imprenditore farmaceutico Sergio Dompè. Per quanto riguarda Napoli, si è fatto il nome dell’ex presidente di Confindustria Antonio D’Amato. Tutti nomi, secondo quanto riporta l’AdnKronos, proposti da Berlusconi. Per la sfida del Campidoglio (visto che Massimo Giletti si è detto indisponibile) si sarebbe parlato dell’imprenditrice Luisa Todini, nome spesso citato nel toto candidature dei media (e qui il sospetto che si voglia “bruciare” l’ex eurodeputata è forte).

Gli altri papabili per Milano, Napoli e Torino

Per Milano si sarebbe fatto anche il nome di Paolo Veronesi, figlio dell’oncologo Umberto e presidente della Fondazione omonima, che a quanto pare sarà contattato per capire se è disponibile. Mentre Antonio D’Amato, Danilo Iervolino e Guido Grimaldi sarebbero i tre nomi al vaglio del centrodestra per la poltrona di sindaco di Napoli. Grimaldi della famiglia di armatori napoletani, fondatori della Grimaldi Lines, sarebbe il nome proposto dalla Lega. Ma come successore di De Magistris si fa il nome anche del presidente dell’Università telematica Pegaso Iervolino. Ma ci sarebbe anche il nome del giudice Catello Maresca, proposto da FdI. Per Torino la Lega invece dovrebbe riuscire a mettere tutti d’accordo sul nome dell’imprenditore del Barolo Paolo Damilano.

In generale, il centrodestra – al di là dell’aver dato in pasto ai media qualche nome – sta ragionando su candidature forti, esterne ai partiti, che possano riscuotere consensi anche fuori dal bacino elettorale di riferimento. Personalità di spicco, del mondo delle imprese. Su Roma poi è ovvio che un eventuale asso sulla manica non sia stato ancora svelato, in attesa che il Pd ufficializzi il sostegno a Carlo Calenda, attualmente favorito su Vittorio Sgarbi per il Campidoglio.

Adolfo Spezzaferro

Vai sul sito de IlPrimatoNazionale

Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button