DueRuote

I piloti Aprilia MotoGP in pista con la RS 660

I piloti Aprilia MotoGP in pista con la RS 660

Chiudi

Aleix Espargaró, Bradley Smith e Lorenzo Savadori collaudatori d’eccezione a Misano della nuova moto a poche settimane dall’inizio della produzione

A pochi giorni dalla seconda gara di MotoGP che si disputerà a Misano questo weekend, i piloti Aprilia Racing sono scesi in pista quali collaudatori d’eccezione dell’attesissima Aprilia RS 660, la nuova sportiva di media cilindrata la cui produzione partirà a ottobre.
Aleix Espargarό, Bradley Smith e Lorenzo Savadori non si sono fatti sfuggire l’occasione di mettere alla frusta una delle moto più attese della stagione.
Sono bastati pochi giri per far emergere un giudizio unanime: RS 660 è un altro capolavoro di Aprilia per le qualità della ciclistica e le prestazioni del motore, in grado di far divertire i piloti sulle strade di tutti i giorni così come nelle uscite in pista.
Aleix Espargarό ha detto: ”È molto stabile e il motore spinge veramente forte. Ho molto apprezzato il funzionamento del quick shift”. Un sorridente Bradley Smith ha commentato: ”Dopo le prime due curve la confidenza è totale, è incredibile come si riesca a spingere forte da subito”. Lorenzo Savadori ha aggiunto: “Più di tutto mi ha stupito l’abitabilità, ho scoperto una moto sportiva insospettabilmente comoda”.
 

COM’È FATTA
RS 660 segna l’inizio di una nuova era per Aprilia ed è il primo modello di una nuova generazione di moto di media cilindrata leggere e performanti, supportate dall’elettronica e dalla tecnologia del reparto corse di Aprilia Racing. Aprilia RS 660 rappresenta la risposta alla richiesta delle nuove generazioni di motociclisti di moto divertenti, facili e appaganti, in grado di entusiasmare nella guida su strada così come nelle uscite occasionali in circuito, e interpreta il concetto di sportività secondo canoni nuovi, puntando sull’eccellente rapporto peso/potenza di 169 kg per 100 CV.
Il nuovo telaio a doppio trave in alluminio sfrutta il motore come elemento portante e rappresenta bene la capacità proverbiale di Aprilia di costruire ciclistiche sopraffini. Aprilia RS 660 nasce intorno al nuovo motore, un compatto e leggero bicilindrico parallelo con distribuzione a doppio albero a camme in testa e 4 valvole per cilindro derivato dalla bancata anteriore del V4 di 1100 cc, di cui ricalca concetti e misure. Derivato dalle corse e al servizio della guida quotidiana così come di quella sportiva è anche il pacchetto di controlli elettronici attivi APRC, dalle strategie di funzionamento molto evolute grazie all’utilizzo dell’acceleratore elettronico Ride-by-Wire e alla piattaforma inerziale a sei assi.
Completano l’elettronica di bordo i cinque Riding Mode, studiati per massimizzare l’esperienza di guida in condizioni di utilizzo anche molto differenti, l’evoluto Cornering ABS multimappa e la strumentazione digitale TFT a colori. Aprilia RS 660 sarà disponibile anche con motore da 95 CV depotenziabile, ideale per i neopatentati.

I piloti Aprilia MotoGP in pista con la RS 660

I piloti Aprilia MotoGP in pista con la RS 660

I piloti Aprilia MotoGP in pista con la RS 660

Vai sul sito di DueRuote.it

Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button