DueRuote

Mezza Italia in lockdown, ma i concessionari restano aperti

Mezza Italia in lockdown, ma i concessionari restano aperti

Chiudi

Nonostante la divisione dell’Italia su base regionale a seconda della gravità dell’epidemia di Coronavirus, le attività di rivendita restano aperte

Nonostante la divisione dell’Italia su base regionale (con la colorazione delle regioni per identificare quelle in cui è più alta la sofferenza del sistema sanitario nella gestione dell’epidemia di Covid-19) e il lockdown più o meno totale – che comprendono le restrizioni alla mobilità personale (leggi qui cosa si può fare in moto) – sono molte le attività che possono comunque continuare a esercitare e quindi a restare aperte. 
Tra di esse, come si legge nell’allegato 32 al Dpcm del 3 novembre scorso, anche il commercio al dettaglio di motocicli e relative parti ed accessori è autorizzato. Una scelta utile a favorire, anche in un periodo difficile, la mobilità individuale e decongestionare il carico sui mezzi pubblici.
 

Mezza Italia in lockdown, ma i concessionari restano aperti

Mezza Italia in lockdown, ma i concessionari restano aperti

Vai sul sito di DueRuote.it

Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button