Moto.it

MotoGP 2020. Il GP di Stiria da 0 a 10

COME NEL 1982
La Honda senza Marc Marquez non “batte un chiodo”: zero podi nei primi cinque GP in MotoGP. Non accadeva dal 1982.
ZERO, COME I PODI DELLA HONDA IN MOTOGP

BASTA POCO
Miguel Oliveira ha vinto il suo primo GP – a proposito: è il primo portoghese a riuscirci nella massima cilindrata – grazie a poche centinaia di metri al comando. Per le statistiche, ovviamente, Oliveira è come se avesse fatto un giro al comando, ma sappiamo che non è così. Marco Bezzecchi ha fatto di più: grazie alla penalizzazione di Jorge Martin, ha ottenuto il suo primo successo in Moto2 senza essere mai transitato al comando sotto la bandiera a scacchi…
UNO, COME I GIRI IN TESTA IN MOTOGP DI OLIVEIRA

COME A BRNO
Celestino Vietti primo in Moto3, Marco Bezzecchi primo in Moto2: è la seconda doppietta italiana in questa stagione, dopo quella in Rep.Ceca (Foggia in Moto3 e Bastianini in Moto2).
DUE, COME LE DOPPIETTE ITALIANE

IL MOTOMONDIALE MERITA BEN ALTRO
Fim, Dorna, Stewards Panel, Race Direction, Marshall: ognuno di loro ha una grandissima colpa in quello che sta accadendo. La situazione, sinceramente, sembra fuori controllo. Si è visto di tutto in questo GP: una moto ferma in mezzo alla pista fuori dalla curva1, ma nessuna bandiera rossa; piloti penalizzati perché andati sul verde e piloti assolti; commissari che aiutano un pilota a togliere la carenatura e gli permettono di ripartire (senza guanti) e la pista si innonda d’olio; piloti puniti (Migno) per essere caduti con la moto che poi ha preso un rivale facendolo finire a terra… Un disastro su tutti i fronti.
VOTO 3, A FIM, DORNA STEWARDS PANEL, RACE DIRECTION, MARSHALL
 

Vai all’articolo su MOTO.it

Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close