MotoSkills

Video: 2ª puntata Corso di guida. Il Circling e l’Otto

Un videocorso di guida sicura a puntate. Perché la moto è un mezzo fantastico che va goduto con leggerezza, ma anche consapevolezza e capacità di guida. E allora articoli, forum e video possono diventare un ottimo strumento per fare formazione e aprire un dibattito costruttivo. In questa seconda uscita vengono presentati due esercizi propedeutici all’uso del mezzo a due ruote su strada

Seconda puntata del corso di guida di Motoskills.it.

Dopo la prima, dedicata a un singolo esercizio (lo slalom), questa seconda puntata esamina due esercizi molto importanti per imparare a gestire in sicurezza e con sicurezza la moto (o lo scooter) a bassa velocità, e non solo.

Il Circling, o Cerchio stretto, è la capacità di girare agilmente in spazi ridotti, a bassissima velocità. È un esercizio propedeutico alla guida della moto, ma provandolo scoprirete che ricorda molto la svolta da fermo che si fa a un intersezione stretta. Solo che qui è ripetuta all’infinito. E va provato in entrambi i versi. Sia perché è diverso il modo di posizionare i nostri arti sui comandi se si gira lo sterzo da una parte o dall’altra, sia perché tutti noi abbiamo una direzione nella quale curviamo meglio. E allora… si allena di più quella che ci risulta più ostica!

L’Otto aggiunge al Cerchio stretto l’ulteriore difficoltà di alternare continuamente la direzione nella quale si gira. In questo modo si impedisce all’allievo di “sedersi” su un equilibrio dinamico trovato magari con difficoltà o, peggio, per caso.

Con l’Otto si guida davvero, e nell’esercizio proposto nel video, lo si impara a fare in maniera più veloce e più lenta, più largo e più stretto. Passando poi da uno all’altro, perché l’elasticità mentale e la capacità di impostare traiettorie e velocità diverse fanno parte in ogni momento della nostra esperienza di guida. Ecco perché, come sempre, l’esercizio proposto non richiede semplicemente di saper compiere un gesto tecnico, ma propone delle disomogeneità (nello slalom i birilli venivano spostati alle spalle dell’allievo) che costringono a ricalibrare la propria guida continuamente.

In chiusura, una puntualizzazione: un corso di guida in video ovviamente non può sostituire un vero e proprio corso di guida fatto con istruttore in presenza. Quello che si trova qui è la base. Il valore aggiunto di chi insegna è la capacità di modificare gli esercizi proposti per calibrarli sulle necessità e sulle carenze di ogni allievo.

Ovviamente ogni vostro commento o domanda sarà benvenuto!

Le puntate già pubblicate:

1) Lo slalom

2) Il Cerchio stretto e l’Otto

Vai su MotoSkills

Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button